Il Percorso Verde del Fiume Nestore

Percorso Verde del Fiume Nestore

Una passeggiata a diretto contatto con la natura, nei luoghi disegnati dal lento scorrere del fiume: il Percorso Verde del Fiume Nestore in Umbria

Diciamolo molto francamente, anche se i primi freddi cominciano a farsi sentire e nebbia e pioggia hanno fatto la loro comparsa, nessuno ha voglia di chiudersi in casa. Soprattutto nel weekend, ci si ritrova alla ricerca di qualcosa di piacevole da fare per rimandare l’appuntamento con i lunghi pomeriggi sul divano.

Se vi trovate nelle vicinanze di Marsciano o avete intenzione di andarci, vi suggerisco una bella passeggiata al Percorso Verde del Fiume Nestore.

Il territorio

La campagna del comune di Marsciano è piacevole da osservare, con le sue colline che disegnano tutt’attorno un orizzonte dolcemente ondulato e mai uguale.

Colline che, per effetto delle diverse coltivazioni, assumono l’aspetto di variopinte scacchiere irregolari dove qua e là scorgi una casa colonica, un tratto di verde o un grazioso borgo.

Percorso Verde del Fiume Nestore
Il territorio di questo comune umbro è attraversato dal fiume Nestore, che confluisce nel Tevere proprio nelle vicinanze della città di Marsciano.

Il Percorso Verde del fiume Nestore, è un un itinerario che si snoda lungo un ampio tratto del fiume dal quale prende il nome e che consente di godere appieno della pace e della natura di questi luoghi. Protagonista indiscusso è il fiume: visibile in lontananza, sotto un ponte da attraversare o osservabile dall’alto, come da una terrazza con vista.

Grazie alle bacheche informative presenti lungo il tragitto si può conoscere la grande varietà di animali e piante presenti sul territorio e, con un pizzico di fortuna e di pazienza , sarà anche possibile vederli.

Tutt’attorno si osservano in lontananza i borghi e le fortificazioni che circondano la valle, modellata dal fiume nel lungo corso del tempo.

Perché andarci

Per gli amanti della natura sono tante le aree da visitare nel Cuore Verde d’Italia. Il Percorso Verde del Fiume Nestore è un tassello del mosaico che costituisce la Regione Umbria, un territorio da vivere e attraversare, che difficilmente si può raccontare.


Il percorso non presenta particolari difficoltà ed è quindi adatto a tutti. Percorrendolo è possibile riscoprire il piacere di un contatto diretto con la natura e godere di qualche ora all’aria aperta in completo relax, tra verdi paesaggi, cespugli di bacche colorate, animali selvatici.

Bello in qualunque stagione, il parco offre ai suoi visitatori un ambiente variegato dove si alternano ampi tratti di campagna coltivata zone boschive, ma dove si potrà soprattutto godere della vista del fiume Nestore che, nel suo lento scorrere ha attirato attorno a sé tanta vita.

Il percorso in dettaglio

Il Percorso Verde del Fiume Nestore ha la forma di un anello ed è percorribile a piedi, in mountain bike oppure a cavallo, c’è solo da scegliere la modalità che più si adatta alle proprie esigenze.

Diversi sono gli accessi: Mercatello, Sant’Apollinare, Pieve Caina o Castiglione della Valle.

Partendo, ad esempio, da Mercatello, si prosegue in direzione di Cibottola fino all’inizio di una salita, dove si lascia la via principale e si percorre, un tratto di strada sterrata che conduce nei pressi del paese di Sant’Apollinare.

Prima di raggiungere il ponte, ci si addentra nella campagna e a tratti si costeggia il corso del fiume, fino a giungere nelle vicinanze di Castiglione della Valle. Da qui, in lontananza, sarà possibile ammirare tutta la bellezza della Chiesa di San Giovanni Battista, collocata nella parte alta del paese.

Percorso Verde del Fiume Nestore
Dopo avere attraversato il fiume, occorre percorrere un breve tratto della Strada Provinciale che conduce a Spina e poi proseguire svoltando a destra in direzione del piccolo borgo di Pieve Caina. Continuando si oltrepassano campi coltivati, un tratto di bosco e si giunge di nuovo a Mercatello.

Il percorso descritto ha una lunghezza di circa 15 chilometri ed è percorribile a piedi in circa 4 ore, ma grazie alla presenza di due tratti, che in due punti tagliano l’anello principale, è possibile optare per percorsi più brevi, sempre suggestivi e anch’essi dalla forma ad anello.

Il punto di vista di chi lo ha percorso tutto in mountain bike:

Per chi decidesse di affrontare il percorso a piedi, il mio consiglio è: abbigliamento comodo, scarpe da trekking, borraccia e macchina fotografica.

Non mi resta che augurare una buona passeggiata!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

Catia Moroni

Umbra, laureata in economia e commercio e con una lunga esperienza come analista funzionale, e-tourism marketing specialist. Sono curiosa, innamorata della natura, di ogni cosa mi piace esplorare quello che c’è dietro, l’essenza oltre l’apparenza.

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.