Turismo in Umbria: arrivi e presenze in hotel nel 2015 [+infografica]

Turismo in Umbria

Com’è andato il turismo in Umbria nel 2015? Diamo uno sguardo ai numeri registrati dagli esercizi alberghieri del territorio e scopriamo quali sono state le preferenze dei turisti italiani e stranieri.

Siamo vicini alla primavera e all’avvio della nuova stagione turistica. Gli addetti ai lavori in questo periodo sono impegnati con la programmazione per i mesi a venire, e per pianificare le strategie migliori per il futuro, è buona pratica dare un’occhiata a com’è andato lo scorso anno nel nostro settore.
La Regione Umbria ha pubblicato sul proprio sito i dati relativi al turismo in Umbria nell’anno 2015 e in questo articolo vedremo ciò che riguarda il settore alberghiero, mettendo momentaneamente da parte tutto ciò che rientra nella categoria dell’ extra alberghiero (b&b, agriturismi, affittacamere, ecc.).
Confrontando i dati registrati nel 2015 con quelli dell’anno precedente,  si può notare un incremento sia negli arrivi che nelle presenze di turisti italiani e stranieri.  Ovviamente, un valore positivo è sempre una buona notizia, ma esattamente cosa indicano questi dati? Proviamo a guardare un po’ più da vicino.

Qual è la differenza tra arrivi e presenze?

Il termine arrivi si riferisce al numero di ospiti registrati negli esercizi ricettivi in un determinato periodo: cioè quante persone sono arrivate negli hotel di quel territorio. La parola presenze, invece, indica il numero di notti trascorse dai turisti nelle strutture: cioè quanto tempo si sono fermate. Perciò, per sapere in media quante notti sono rimasti i turisti sul territorio, basta dividere il numero delle presenze con quello degli arrivi, ottenendo così la presenza media.

Com’è andata la presenza media?

Dai numeri registrati, anche questo dato evidenzia una tendenza positiva: nel 2015 la presenza media nelle strutture alberghiere è leggermente aumentata rispetto all’anno precedente (+0.73%), quindi ne deduciamo che i turisti hanno scelto di rimanere negli hotel umbri un po’ più a lungo rispetto al 2014.

Da dove arrivano i turisti?

Sul territorio umbro, i turisti italiani costituiscono la maggioranza: nel 2015 gli hotel hanno registrato 1.634.734 arrivi, di cui 1.142.597 sono italiani, mentre i restanti 492.137 provengono dall’estero. I turisti stranieri però si soffermano un po’ più a lungo nella regione, con una presenza media di 2,05 contro 1,9 degli italiani.

Dove vanno i turisti?

Osservando il movimento turistico nel dettaglio di ciascun comprensorio scopriamo che tra gli italiani, le mete più amate sono il comprensorio Perugino, seguito da quello Assisano. Alla Valnerina va la medaglia di bronzo, il comprensorio Folignate segue da vicino al quarto posto, mentre al quinto c’è il comprensorio di Terni. Differenti le scelte dei turisti stranieri, che preferiscono l’Assisano al Perugino, entrano in scena il comprensorio Orvietano che si guadagna il podio con il terzo posto, ed il Tuderte al quarto, mentre il  Folignate slitta al quinto.

Cliccando sull’ infografica seguente potrete selezionare ciascun comprensorio e visualizzare le informazioni relative agli arrivi ed alle presenze dei turisti italiani e stranieri in tutta la regione.

Fonte dati: www.regione.umbria.it

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

Angelica Scognamiglio

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.