Riapertura Villa del Colle del Cardinale in Umbria

Villa del Colle del Cardinale

Riaprirà al pubblico sabato 19 maggio 2018 la Villa del Colle del Cardinale, rilevante esempio di complesso residenziale cinquecentesco in Umbria.

Negli ultimi due decenni è stato possibile visitarla soltanto in occasione di aperture straordinarie, finalmente da sabato 19 maggio 2018 la Villa del Colle del Cardinale di Perugia, sarà aperta al pubblico.

Il complesso andrà ad arricchire la già rilevante offerta del Polo museale dell’Umbria assieme, tra gli altri, a Castello Bufalini e al Tempietto sul Clitunno dei quali ti abbiamo già raccontato.

La villa del Colle del Cardinale si trova su una collina che si apre sulla piana attraversata dal torrente Caina. Fu il Cardinale Fulvio della Corgna ad ordinarne la costruzione nel 1575 e a destinarla a residenza estiva. Per la sua collocazione divenne anche il centro della vasta azienda agricola di proprietà della famiglia.

Nel 1644 il complesso è passato agli Oddi, antica famiglia perugina, e nel 1782, a seguito del matrimonio tra Caterina Oddi e Alessandro Baglioni divenne proprietà degli Oddi-Baglioni che ne fecero un polo culturale. Fu poi acquisito da Ferdinando Cesaroni nel 1894 e, dopo alcuni passaggi, nel 1997 è divenuto del Ministero per i Beni Culturali. Nelle sue stanze hanno soggiornato personaggi illustri quali, l’imperatore d’Austria Francesco I (1819) e successivamente i poeti Giuseppe Ungaretti e Vincenzo Cardarelli.

L’imponente edificio di forma rettangolare presenta cinque differenti livelli. All’esterno, sull’ideale prolungamento delle diagonali, sono presenti quattro costruzioni angolari, destinate ciascuna ad una specifica funzione: dagli ambienti per gli ospiti all’uccelliera del giardino d’inverno con la selleria, oltre al cosiddetto bagno del cardinale con la biblioteca e allo studio.

Villa del Colle del Cardinale

All’interno, i vani sono caratterizzati da coperture a botte e a padiglione. Di particolare rilievo, al piano nobile, il magnifico salone d’onore che presenta un bel soffitto ligneo a cassettoni con dipinti e dorature.

Negli spazi al seminterrato erano collocate la cucina, la lavanderia, i magazzini, e vi erano lunghi corridoi sotterranei che collegavano il corpo centrale agli edifici angolari esterni. Pregevoli anche gli arredi interni.

In origine le ampie aree verdi ospitavano un bel giardino all’italiana, associato a frutteti, oliveti e orti in grado di soddisfare il fabbisogno degli abitanti e ospiti della residenza. Successivamente il verde venne trasformato in un giardino all’inglese. Notevole è ancora oggi la varietà delle specie botaniche che popolano il verde circostante.

Villa del Colle del Cardinale

In vista della riapertura, venerdì 18 maggio alle ore 11.30, il complesso ospiterà una conferenza stampa che vedrà la partecipazione di Marco Pierini, Direttore del Polo Museale del’Umbria, e di Tiziana Biganti, direttrice della Villa del Colle del Cardinale. Nella giornata inaugurale sono previste numerose attività:

  • Ore 11.00 saluto di benvenuto, breve presentazione con intervento delle autorità e delle associazioni del territorio e successivo taglio del nastro. E’ prevista al partecipazione della Filarmonica di Corciano
  • Dalle 16.00 alle 18.00 laboratorio “La natura e i suoi colori”, per bambini da 3 a 11 anni, a cura del POST (Perugia Officina Scienza Tecnologia)
  • Ore 19.00 concerto di Simone Gubbiotti Duo”UNDERDOG” – Jazz Concert in Villa feat. Gianmarco Scaglia

Il 19 e 20 maggio, in occasione della Festa dei musei, la villa rimarrà aperta al pubblico con il seguente orario: 10.00-13.00 / 15.30-18.30 e sarà possibile effettuare visite guidate.

Noi non vediamo l’ora di fare la nostra visita e di raccontarti cosa abbiamo visto proprio qui su FairBlogTravel. Continua a seguirci!

Foto di Villa del Colle del Cardinale dai siti del Polo Museale dell'Umbria e MIBACT.
The following two tabs change content below.

Catia Moroni

Umbra, laureata in economia e commercio e con una lunga esperienza come analista funzionale, e-tourism marketing specialist. Sono curiosa, innamorata della natura, di ogni cosa mi piace esplorare quello che c’è dietro, l’essenza oltre l’apparenza.

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.