Luoghi magici in Italia, i 5 situati nella fascia centrale della Penisola

luoghi magici in Italia - Ninfa

Una diga, una sorgente, delle grotte e dei giardini: i luoghi magici in Italia raccontati in questo post ammalieranno i tuoi occhi e ti spingeranno ad andare alla loro scoperta

Se hai amato il mio precedente articolo sui luoghi magici in Umbria, sono sicura che ti incuriosirai con altrettanti luoghi magici in Italia che ho avuto la fortuna di visitare personalmente.

Tutti e cinque i luoghi che ti sto per raccontare, sono immersi in una natura rigogliosa che li abbraccia e li rende anche per questo unici.

Sei pronto a scoprire delle mete incantevoli per le tue prossime gite, nella fascia centrale del nostro Paese?

Indice:

 

Giardino dei tarocchi (Toscana)

Questo colorato e sfavillante giardino, situato a Pescia Fiorentina, Capalbio (GR), è stato ideato dalla scultrice franco-statunitense Niki de Saint Phalle, in collaborazione con architetti e diversi artisti di arte contemporanea.

La sua costruzione è iniziata nel 1979 e attualmente ospita 22 opere realizzate con diversi materiali (cemento, vetro, acciaio, ceramica, ecc.), visitabili dal 1998.

Come puoi immaginare, vedendo le sue foto, questo particolare spazio, dedicato al mondo dei tarocchi, si ispira al celebre Parque Guell di Barcellona. Tra tesserine colorate, fontane e simboli, questo luogo è meta ideale per una gita fuori porta sia per gli adulti che per i bambini.

Giardino di Ninfa (Lazio)

Il Giardino di Ninfa, situato nell’omonima località in provincia di Latina, dal 2000 è Monumento Naturale della Regione Lazio ed è attraversato dal fiume Ninfa che aiuta a creare un’atmosfera ancora più magica.

Questo luogo, aperto solo alcuni giorni all’anno e accessibile solo attraverso il tour guidato di gruppo, ottenne il titolo di città nell’XI secolo, successivamente entrò a far parte dei possedimenti della facoltosa famiglia Caetani (di cui faceva parte anche Papa Bonifacio VIII) che lo arricchi con il palazzo baronale, la torre e la cinta muraria.

La storia di Ninfa termina con la sua distruzione, avvenuta nel 1382, a seguito di aspre contese familiari e divenne un luogo da evitare a causa della malaria. Nei secoli successivi i Caetani tornarono ad interessarsi di quest’area paludosa per farne un giardino, ma fu solo nell’Ottocento con Ada Bootle Wilbraham, moglie di Onoraro Caetani che nacque il giardino in stile romantico come lo vediamo oggi (subì modifiche nel periodo delle Guerre Mondiali e successivamente con Lelia Caetani).

Al suo interno potrai scoprire scorci speciali che vorrai immortalare in foto, piante rare, anche di origine straniera e la storia di una famiglia che lasciato segni importanti, a soli 80 km dalla Capitale.

 

Diga di Ridràcoli (Emilia Romagna)

Un picnic nelle splendide Foreste Casentinesi ? Perché no! Questo è stato il motivo per cui dall’Umbria mi sono mossa in direzione nord, per trovare un luogo particolare dove passare una soleggiata giornata di primavera.

La Diga di Ridràcoli è stata una vera sorpresa, la sua maestosità e la bellezza delle colline che si gettano nel lago artificiale, hanno creato un ambiente molto piacevole dove stendere il telo da picnic all’ombra dei boschi.

La Diga, in provincia di Forlì-Cesena, venne creata tra gli anni Settanta e Ottanta, come sbarramento del Fiume Bidente allo scopo di fornire acqua alla Riviera Romagnola, oltre che alle pianure della provincia stessa e limitrofe.

La possibilità di viverla come luogo dove passare piacevoli ore, mi ha ricordato un po’ la Diga di Solina, visitata in Polonia la scorsa estate.

Il lago di Ridràcoli creatosi come conseguenza della maestosa opera, alta ben 103,5 metri, è visitabile anche tramite il battello che nei giorni di funzionamento, ti permetterà una piacevole gita a ritmo lento di circa 45 minuti.

 

Grotte di Stiffe (Abruzzo)

Nel Parco Naturale Regionale del Sirente Velino, in Abruzzo, sono nascoste delle grotte meravigliose dove rifugiarsi dal cocente sole dell’estate (la temperatura interna si attesta costantemente sui 10°) e dove scoprire le meraviglie che la nostra Terra nasconde al suo interno.

Le Grotte di Stiffe si trovano nell’omonimo borgo nel territorio comunale di San Demetrio ne’ Vestini, in provincia de L’Aquila e sono state aperte al pubblico all’inizio degli anni Novanta. Accessibili tutto l’anno attraverso un percorso guidato di circa 700 metri (andata e ritorno), queste cavità naturali sono il frutto dell’erosione endogena del fiume Stiffe che forma anche incantevoli cascate all’interno e all’esterno delle grotte.

Pensa che in passato l’acqua del fiume alimentava persino una centrale idroelettrica!

Su Gologone (Sardegna)

L’area di Su Gologone è talmente bella che sono tornata per ben due volte ad ammirare questa sorgente in provincia di Nuoro, precisamente nell’area del Supramonte di Oliena, dichiarata Monumento Naturale.

Il fiume che da qui parte e che confluirà poi nel letto del Cedrino, ti accompagna lungo il percorso che ti conduce al punto in cui le rocce abbracciano la spaccatura da cui fuoriesce l’acqua che assicura una portata media di 500 litri d’acqua al secondo. Gli speleologi ci dicono che l’apertura si trova a 135 metri di profondità, mentre in superficie si può soltanto ammirare lo stupefacente mix di colori creato dall’ambiente subacqueo.

Nell’area, a cui si accede con un biglietto, è anche possibile consumare il proprio pranzo al sacco nella pineta adiacente o usufruire del bar ospitato nel chiosco di legno all’ingresso dell’area.

E tu, conosci altri luoghi magici in Italia che vuoi suggerirmi?

The following two tabs change content below.

Marina Foddis

Travel Blogger
Sono Umbra ma ho il cuore Sardo, dottoressa in economia e management, digital marketing specialist e blogger. Il turismo e il marketing sono la mia passione, amo organizzare i viaggi con il fai da "me" e la mia filosofia di vita è "Le cose si fanno bene oppure non si fanno per niente!". Nell'offline sono anche un'amministratrice immobiliare. Scrivimi a marina@fairblogtravel.it

2 Comment

  1. […] Pronto a scoprire i miei suggerimenti su alcuni luoghi magici dell’Umbria? E se vuoi scoprire i 5 in Italia che ritengo magici, leggi il mio nuovo post a riguardo: Luoghi magici in Italia. […]

  2. […] e trasformato in torre in epoca medievale dopo essere stata inglobato nel cosiddetto Castello dei Caetani. Anche questo luogo è visitabile a pagamento, ma visto il poco tempo a nostra disposizione abbiamo […]

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.