La mia visita a San Marino

Visita a San Marino

Una veloce visita a San Marino è bastata a sorprendermi e farmi desiderare di tornare per dedicare più tempo alla scoperta di questa bellissima città. Oggi vi racconto la mia passeggiata nella capitale di una delle repubbliche più antiche del mondo.

Ho visitato la Serenissima Repubblica di San Marino in una soleggiata giornata d’agosto, senza sapere bene cosa aspettarmi, mi sono lasciata stupire dalle molte facce di questo Stato piccolo ma ricco di storia ma con una vivissima consapevolezza della propria vocazione turistica. Interessante mix di spiritualità, storia e forse leggenda, le vicende che hanno portato alla sua costituzione sono antiche e avvincenti. 

Tradizionalmente, la storia della Repubblica di San Marino inizia più di 1700 anni fa, quando Marino e Leo, due semplici tagliapietre in fuga dalle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano  trovarono rifugio sul Monte Titano.  Marino fondò una piccola comunità cristiana ed ottenne in dono un appezzamento di terreno  che ben presto divenne la “Terra di San Marino”(intanto Leone, poco distante da Marino edificò una chiesa sul Monte Feliciano, dando origine all’insediamento di San Leo). Le ultime parole di San Marino “vi lascio liberi da entrambi gli uomini” con riferimento al Papa e all’Imperatore, sono la base dell’indipendenza dello Stato di San Marino. La Città di San Marino ed il monte Titano sono stati inseriti nel 2008 nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità. Tra le motivazioni si legge: “San Marino e il Monte Titano costituiscono una testimonianza eccezionale dell’istituzione di una democrazia rappresentativa fondata sull’autonomia civica e l’autogoverno”.

In effetti, nel corso dei secoli, questo piccolo Stato ha resistito a tentativi di annessione, pressioni politiche e lusinghe senza perdere la propria sovranità. Durante il risorgimento, San Marino ha dato ospitalità a Giuseppe Garibaldi e ai ribelli e, seppur cercando di tenere una posizione neutrale durante i conflitti mondiali, la Repubblica ha creato ospedali da campo e dato rifugio a sfollati, subendo anche un bombardamento nel 1944.  Il concetto di libertà viene rievocato e celebrato in molti luoghi della città: dalla Piazza della Libertà, in cui si trova il Palazzo Pubblico, alla Torre civica dell’Orologio su cui campeggia proprio la scritta Libertas.

San Marino Palazzo Pubblico
San Marino, Palazzo Pubblico

Visita a San Marino

La visita alla città è stata molto semplice anche senza alcuna programmazione precedente: tutti i luoghi di interesse e i percorsi sono ben indicati e una volta in possesso di una mappa (molto facile da reperire in tutti i centri di informazione turistica, negli hotel, bar e ristoranti anche nelle regioni limitrofe) l’unica cosa da fare è scegliere bene il parcheggio dove lasciare l’auto. Arrivando intorno alle 9.30 del mattino, ho trovato posto al parcheggio P7 da cui si raggiunge il centro velocemente a piedi.  Arrivare così presto la mattina ha accentuato l’impressione di estremo ordine e pulizia della città che si avviava ad accogliere le frotte di visitatori che più tardi avrebbero riempito le stradine. La mia visita è iniziata dalle bellissime rocche, collegate tra loro da un percorso pedonale. Le torri costruite a scopo difensivo  su costoni di roccia a strapiombo, offrono una vista eccezionale sulla valle circostante fino al mare. La Seconda Torre, detta anche Cesta o Fratta, si trova sul punto più alto del Monte Titano ed ospita una ricca collezione di armi nel Museo delle Armi Antiche

Ritornati in centro, imperdibile la visita al Palazzo Pubblico con il cambio della guardia con le simpatiche guardie che si lasciano fotografare sorridendo da lunghe code di turisti. In questo edificio si svolge la vita istituzionale della città e nella Sala del Parlamento un grande affresco rievoca ancora una volta gli ideali di libertà alla base della Repubblica di San Marino.  La Basilica del Santo, dedicata appunto al fondatore della città, ospita all’interno una reliquia di San Marino  mentre poco distante c’è la funivia che permette di scendere o risalire velocemente dal centro città. La salita e la discesa delle cabine sospese ai poderosi cavi non manca mai di stupire i visitatori sia grandi che piccini. 

Passeggiare nelle stradine, che nel frattempo si erano riempite di viaggiatori da tutto il mondo,  è stato davvero piacevole. La città offre tanti angoli pittoreschi, per poi sorprenderti  con installazioni ed opere d’arte in cui l’attualità e la vita contemporanea emergono dallo sfondo delle antiche mura cittadine. Il centro di San Marino è innegabilmente anche il paradiso dello shopping più sfrenato grazie ai tanti negozi tax free che offrono prezzi super concorrenziali soprattutto su gioielli e profumi. 

Hai visitato anche tu San Marino? Raccontami nei commenti le tue esperienze e opinioni!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

Angelica Scognamiglio

Ultimi post di Angelica Scognamiglio (vedi tutti)

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.