10 cose da vedere ad Assisi [+ mappa]

cosa vedere ad assisi

Conosciuta in tutto il mondo per la bellezza, l’arte, la storia e i personaggi illustri che qui sono nati o che vi hanno soggiornato, Assisi offre molti capolavori unici al mondo. Ecco la mia lista di 10 luoghi che non potete assolutamente perdervi.

Non a caso Assisi è stata dichiarata Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO: in questa città il patrimonio culturale e artistico crea un tutt’uno con la natura circostante e l’ideale francescano di tolleranza, fraternità e pace è un messaggio universale da tutelare e diffondere. Arrivando ad Assisi vi accorgerete subito che questa città non è il classico borgo medioevale umbro. Anziché arroccarsi tutta sulla sommità di una collina, l’abitato si sviluppa sul fianco del monte, e sembra quasi voler andare incontro al visitatore per dargli il benvenuto.
Entrando da una delle porte che conducono nel centro storico, si resta subito colpiti dal candore delle mura delle case e delle strade, che trasmettono immediatamente serenità.  Le cose da vedere sono tantissime, e oggi vi propongo una breve lista delle mie mete preferite.

1. La Basilica di San Francesco

assisi-basilica

La Basilica di San Francesco è probabilmente la prima cosa che arrivando ad Assisi, con le sue arcate che sembrano protendersi verso l’alto, l’edificio dà subito una sensazione di apertura e armonia. La struttura è formata in realtà da due chiese sovrapposte: la costruzione della Basilica Inferiore iniziò nel 1228 e nel 1232 si decise di ampliare il complesso costruendo la Basilica Superiore. Nella Basilica potrete visitare la tomba di San Francesco e ammirare i meravigliosi affreschi di Giotto, Gimabue, Simone Martini, Pietro Lorenzetti.

2. Piazza del Comune e il Tempio di Minerva 

La piazza centrale di Assisi, il luogo in cui fin dai tempi antichi si tenevano mercati e riunioni del popolo. La piazza è occupata da un lato dalla fontana esagonale settecentesca, mentre più avanti sorgono il Palazzo del Capitano del Popolo con la sua torre, il Palazzo dei Priori con la Pinacoteca Comunale e il Tempio di Minerva. Quest’ultimo era in realtà probabilmente dedicato a Ercole, ed è uno degli esempi meglio conservati dell’epoca classica anche se gli interni sono stati destinati a vari usi nel corso dei secoli.  Visitando il Museo Archeologico  nei pressi della piazza, è possibile vedere i ritrovamenti dell’antico Foro Romano.

3. La Basilica di Santa Chiara

La chiesa dedicata a Santa Chiara fu costruita nel 1257. Caratteristici i tre grandi archi rampanti sul lato sinistro e il rosone sopra il portale sulla facciata in pietra bianca e rossa. Nella chiesa è custodito il crocifisso di San Damiano che parlò a San Francesco nel 1205, e alcune reliquie della santa: abiti cuciti da lei e perfino un unguento utilizzato per lenire le ferite di San Francesco.

4. Le Domus Romane

Nei sotterranei di Assisi sono stati rinvenuti i resti di due domus di epoca romana: la Casa di Properzio e la Domus Lararium. La bellezza dei pavimenti a mosaico e degli affreschi hanno reso celebre questi luoghi come la “piccola Pompei” di Assisi e vale davvero la pena partecipare alla visita guidata per scoprire un aspetto della storia della città incredibilmente affascinante. Per prenotazioni potete contattare l’ufficio informazioni IAT in Piazza del Comune.

5. Rocca Maggiore

assisi-rocca

Si arriva alla Rocca da Porta Perlici, salendo sul monte Asio. Ci sono diverse ipotesi sulle origini della fortezza: necropoli, cittadella o santuario. Di sicuro, verso la fine del 1100 Assisi fu conquistata da Cristiano di Magonza per conto di Federico Barbarossa, che vi soggiornò per un breve periodo. La rocca offre vedute spettacolari su Assisi e la Valle Umbra, mentre all’interno è possibile visitare le ricostruzioni storiche ricreate all’interno del Parco Medioevale  e la mostra fotografica dedicata al Calendimaggio di Assisi.

6. La Cattedrale di San Rufino

Secondo gli studiosi questa chiesa è stata edificata dove sorgeva un tempio romano dedicata alla Bona Mater. La facciata è tra i migliori esempi di stile romanico umbro, divisa in tre parti decorate con animali mitologici, rosoni e tralci dietro cui svetta l’imponete campanile. Nella cripta è ancora visibile un sarcofago romano e accedendo al Museo potrete ammirare il bellissimo polittico di San Rufino, oltre agli affreschi di epoca medioevale e reperti di epoca romana.

7. Bosco di San Francesco

assisi-bosco

Il bosco si trova a fondovalle, fuori dalle mura della città di Assisi ed è legato sia alle vicende di San Francesco che ad altri avvenimenti della storia della città. L’area è stata acquisita dal FAI -Fondo Ambiente Italiano, che propone tre percorsi di visita: spirituale, storico e paesaggistico. Da non perdere: la Chiesa di Santa Croce, il Ponte dei Galli (che si dice sia stato attraversato da Carlo Magno) e il Terzo Paradiso, l’opera di land art realizzata da Michelangelo Pistoletto.

8. Chiesa di San Damiano

Tappa immancabile per ripercorrere le tappe della vita dei santi di Assisi.In questa chiesa San Francesco sentì la voce del Signore che lo invitava a “riparare la sua casa” e questo evento influenzò fortemente la vita del Santo a cui quindi si deve il primo restauro dell’edificio. In questo luogo Santa Chiara visse per 42 anni, fondando l’ordine delle clarisse.

9. Eremo delle Carceri

assisi-eremo

Fuori dal centro storico, salendo sulle pendici del monte Subasio, l’Eremo delle Carceri è immerso nel verde di un bosco di lecci molto suggestivo e ameno. Questo luogo non ha perso l’atmosfera di raccoglimento e pace che San Francesco e i suoi seguaci evidentemente cercavano nei momenti di ritiro e preghiera. Vale la pena visitare la chiesa e passeggiare in silenzio dentro il bosco annesso, entrando in contatto con la natura e la spiritualità del luogo.

10. Anfiteatro Romano

Nei pressi di Piazza Matteotti, nel rione di Porta Perlici, sono visibili i resti di un Anfiteatro Romano risalente al I secolo d.C. L’area che un tempo era l’arena, è oggi un giardino ma resta molto ben visibile la forma ellittica originaria; osservando la zona è evidente il successivo insediarsi dell’epoca medioevale sulle strutture antiche.

E inoltre…

Gli itinerari possibili per visitare la città della pace sono tanti quante sono le chiavi di lettura di questi luoghi e le vostre preferenze. Ad esempio, per completare la vostro itinerario nei luoghi di San Francesco,  non potete perdervi una visita alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e la Porziuncola e al Santuario di Rivotorto e il Sacro Tugurio. Mentre, se siete amanti delle attività all’aria aperta, potrete cimentarvi in uno dei percorsi della Via di Francesco oppure scegliere uno dei percorsi ciclabili che attraversano la Valle Umbra. Ad Assisi perfino gli appassionati di fantasy troveranno pane per i loro denti, sapendo che Tolkien ha corretto le bozze de “Il ritorno del re” mentre soggiornava qui!

Potete combinare i luoghi da vedere costruendo il vostro itinerario ideale attraverso la storia, l’arte, la natura o la spiritualità utilizzando la mappa qui sotto.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

1 Comment

  1. […] Vedere Assisi con la neve, immergendosi in un’atmosfera surreale, magica, romantica, senza […]

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.