Rivotorto: guerra e pace a pochi passi da Assisi

Santuario di Rivotorto Assisi

A pochi passi da Assisi, la frazione di Rivotorto custodisce il Sacro Tugurio, uno dei luoghi di San Francesco che ho sempre trovato tra i più ricchi di spiritualità. Poco distante, l’Assisi War Cemetery induce a un’ulteriore riflessione sulla pace e la fratellanza.

Il Santuario di Rivotorto

Il Santuario di Rivotorto è stato costruito verso la fine del XIX secolo nello stesso posto in cui sorgeva un’altra chiesa, distrutta dal terremoto nel 1854. Come il santuario di Santa Maria degli Angeli,  anche quello di Rivotorto racchiude al suo interno uno dei luoghi più importanti nella storia di San Francesco di Assisi, definito anche culla della comunità francescana e inserito nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità UnescoSopra la porta d’ingresso principale della chiesa sono scolpite le parole “Hic primordia Fratrum minorum”  – qui gli inizi dei Frati Minori – proprio in riferimento al ruolo che questo luogo ha avuto nella storia di San Francesco e dell’ordine dei Frati Minori.

Si tratta di due piccole costruzioni in nuda pietra, dove San Francesco e i suoi primissimi seguaci hanno vissuto per circa tre anni, tra il 1208 e il 1211, prima di spostarsi alla Porziuncola, probabilmente perché diventati troppo numerosi.

Il “Sacro Tugurio” era una dimora molto povera, poco più di un capanno con il tetto di frasche. Talmente angusto che non ci si può stare in piedi, e probabilmente neanche distesi e solo con enorme difficoltà seduti o rannicchiati. Come moltissimi luoghi legati a San Francesco, anche questo racconta una storia fatta di scelte molto difficili, di capacità di abnegazione, di forza di volontà e spiritualità che resta molto attuale anche se avvenuta quasi mille anni fa. Qui i frati diedero inizio ad una nuova forma di comunità, di fraternità basata sull’armonia, la condivisione, il raccoglimento.

Assisi War Cemetery

Appena fuori dal Santuario di Rivotorto, l’Assisi War Cemetery, il cimitero che ospita 945 sepolture di sodati del Commonwealth che hanno combattuto ad Assisi e nei campi di battaglia circostanti durante la Seconda Guerra Mondiale.
Il cimitero è un curatissimo e ordinato luogo molto ameno, che emana una sensazione di pace a serenità, a dispetto dei tragici eventi che hanno portato alla sua costruzione.  Il campo in cui riposano i soldati che hanno perso la vita sul fronte sorge su una pianura racchiusa da un lato dalla collina su cui sorge Assisi,  di cui offre una bellissima visuale, e dall’altra proprio dal Santuario di Rivotorto.

rivotorto-4

Camminando sul perfetto prato inglese dominato dal silenzio, mi ha colpito l’apparente contraddizione data dalla presenza di un cimitero di guerra ai piedi di Assisi, città della pace Ma alzando lo sguardo verso il cielo o verso le chiese che ricordano la vita e le opere  di  San Francesco, il santo simbolo  della pace e della fratellanza tra gli uomini, ho avuto quasi la sensazione che lui sorvegli il sonno di coloro che sono morti, spesso giovanissimi, combattendo in guerra. E la contrapposizione tra queste due realtà mi è sembrata quasi un monito per spingerci ancora una volta a riflettere sul senso e sulle conseguenze delle nostre scelte.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

Angelica Scognamiglio

Ultimi post di Angelica Scognamiglio (vedi tutti)

3 Comment

  1. […] 6 gennaio, per tutto il giorno, tornerà la tradizionale “Fiera della Befana”, a Rivotorto di Assisi con circa 60 stand e prodotti tipici lungo le vie principali del paese. Il momento clou […]

  2. […]  non potete perdervi una visita alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e la Porziuncola e al Santuario di Rivotorto e il Sacro Tugurio. Mentre, se siete amanti delle attività all’aria aperta, potrete cimentarvi in uno dei […]

  3. […] ma anche donne statunitensi, e i soldati italiani. Molte di queste, una volta terminata la guerra, si conclusero con il […]

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.