Il Roseto di San Francesco ad Assisi

il-roseto-di-san-francesco-ad-assisi

La Basilica di S.Maria degli Angeli (Assisi) oltre alla Porziuncola ospita un giardino davvero speciale. Scoprilo con noi!

Ai piedi dell’acropoli di Assisi si estende la frazione di Santa Maria degli Angeli, caratterizzata dalla presenza della maestosa Basilica omonima.
Questa venne realizzata nel XVII secolo intorno alla Porziuncola, oggi conosciuta come Cappella della Porziuncola, una piccola Chiesa realizzata dall’ordine monastico dei Benedettini e successivamente restaurata per volere di San Francesco che qui si raccoglieva in preghiera. Inoltre nella Porziuncola Santa Chiara, fondatrice dell’ordine delle Clarisse, ricevette l’abito religioso dal Santo Assisiate.

basilica-santa-maria-degli-angeli-assisi

La Basilica, realizzata su progetto dell’architetto perugino Galeazzo Alessi e rivista da Cesare Bazzani all’inizio del ‘900, richiama lo stile barocco e manierista e presenta al suo interno la forma tipica a croce latina, con tre navate e una maestosa cupola. In cima alla facciata campeggia la statua della vergine Maria realizzata con rame dorato e alta ben 7,15 metri.
La Chiesa non ospita solamente la Porziuncola, ma anche il roseto, il cortile delle rose datato 1882, la Cappella delle Rose, il Museo della Porziuncola che vanta opere pregevoli tra cui un trittico di Andrea della Robbia e la Cappella del Transito dove morì San Francesco nel 1226.

 

Il Roseto di San Francesco ad Assisi

L’ingresso al Roseto della Basilica di Santa Maria degli Angeli avviene dalla fine della navata destra. Qui si trova anche l’ingresso alla Sagrestia e agli altri ambienti della Basilica.
Secondo il racconto il Roseto è il luogo dove Francesco d’Assisi si rotolò tra i rovi per sfuggire alla tentazione del diavolo. I rovi per non ferire il Santo si trasformarono in rose senza spine, da qui il nome di questo luogo e l’origine della Rosa Canina Assisiensis, tutt’ora presente nel cortile delle rose.
All’ingresso del Roseto ti accoglie una statua del Santo che ha in mano un cestino di vimini nelle quali riposano due colombe vere che richiamano l’episodio in cui Francesco parlò loro.

roseto-di-assisi-san-francesco
Addentrandoti nel corridoio puoi ammirare, attraverso delle grandi vetrate, i cortili e i giardini interni all’area della Basilica dove campeggiano le statue di San Francesco con la pecorella e di Santa Chiara, oltre alle rose senza spine.
Da qui si raggiunge in breve tempo la Cappella delle Rose, riccamente affrescata da Tiberio di Assisi e famosa per la presenza dei resti del pulpito dal quale San Francesco annunciò l’indulgenza plenaria e della piccola grotta nella quale trovi la statua del Santo in meditazione ad indicare che quella era la sua dimora, infatti la Cappella è anche detta Carcere di San Francesco.
Lasciata la Cappella, un grande corridoio ti conduce nella parte finale del percorso dove puoi fermarti ad ammirare dei bellissimi dipinti su legno che raccontano la vita di Santa Chiara.

Puoi visitare il Roseto ogni giorno dalle 7,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19,00.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

Marina Foddis

Travel Blogger
Sono Umbra ma ho il cuore Sardo, dottoressa in economia del turismo, e-tourism marketing specialist, ora studio economia e management e mi diverto a fare la "blogger". Il turismo e il marketing sono la mia passione, amo organizzare i viaggi con il fai da "me" e la mia filosofia di vita è "Le cose si fanno bene oppure non si fanno per niente!" Scrivimi a marina@fairblogtravel.it

2 Comment

  1. […] posto in cui sorgeva un’altra chiesa, distrutta dal terremoto nel 1854. Come il santuario di Santa Maria degli Angeli,  anche quello di Rivotorto racchiude al suo interno uno dei luoghi più importanti nella storia […]

  2. […] la vostro itinerario nei luoghi di San Francesco,  non potete perdervi una visita alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e la Porziuncola e al Santuario di Rivotorto e il Sacro Tugurio. Mentre se siete amanti delle attività […]

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.