Scarpe comode e tecnologia per riscoprire le città a piedi

itinerariapiedi

Camminare? Si, grazie! Soprattutto se passeggiando scopriamo tesori nascosti e luoghi insoliti nelle nostre città. Una scelta ecologica, innovativa e creativa per fare esperienze e racconti da condividere.

Camminare in città può essere molto più di una semplice passeggiata. Grazie alla tecnologia e all’inventiva di alcuni progettisti, attraversare a piedi il posto in cui viviamo o quello che stiamo visitando, può diventare occasione di scambio e collaborazione, per creare un racconto dei luoghi che parte da un punto di vista diverso e ci fa vivere in modo nuovo gli spazi urbani. Oggi parliamo di tre iniziative che si rivolgono ai turisti ma non solo, alla (ri)scoperta di città d’arte e centri urbani, fuori dai soliti schemi.

Cambiare punto di vista 

Sentieri Metropolitani

Sentieri Metropolitani  è una app, con relativo sito, nata dalla collaborazione tra l’associazione Trekking Italia e tre progettisti, Gianluca Migliavacca, Gianni Biondillo e Max Franceschini,  che hanno avuto l’idea di riscoprire Milano al di fuori dei soliti itinerari e guardando l’area urbana dal punto di vista di pedoni. Rivolta non solo ai turisti, ma anche a coloro che vivono e lavorano a Milano, l’app permette non solo di seguire itinerari già pronti, ma di filtrarli attraverso l’impostazione dei propri interessi: oltre ai classici arte, gusto e architettura, è possibile selezionare anche preferenze più insolite come coltura urbana, curiosità/mistero o letteratura. Oltre a seguire in tempo reale il percorso sul proprio smartphone, gli itinerari possono essere arricchiti dai nostri contributi con segnalazioni, racconti  per rendere la rete sempre più ampia ed efficace.

 

Collaborare per uscire dagli stereotipi 

Copyright MappiNA

MappiNa mappa alternativa delle città è un progetto partito da Napoli e arrivato in altre città come Roma e Milano. L’intento di questo progetto di collaborative mapping è di uscire dagli stereotipi delle città-cartolina di cui si conoscono immagini ripetitive e statiche, partendo dalla condivisione di esperienze, immagini e idee e riappropriandosi dello spazio in cui si vive per proporre un punto di vista soggettivo, dinamico e innovativo. Sul loro sito leggiamo:

L’obiettivo è comporre una mappa collettiva che tracci una nuova narrazione urbana, che apra ad un diverso sguardo e sia una occasione dove sperimentare modi alternativi di trasformare la città.

Il progetto non è solo uno spazio virtuale, ma nella sezione Open Labs troverete informazioni sulle attività organizzate off-line: laboratori, workshop e iniziative di networking e collaborazione per la rielaborazione ed il riuso degli spazi urbani.

 

Camminare tra arte e gusto 

Trekking Urbano

Dalla felice intuizione del Comune di Siena di proporre itinerari a piedi nel centro storico della città del celebre Palio, sono nati un sito ed un evento annuale, arrivato quest’anno alla dodicesima edizione: la Giornata Nazionale del Trekking Urbano. Con il comune di Siena come capofila, l’iniziativa è arrivata a coinvolgere ben 50 città, che hanno aderito proponendo percorsi a piedi e altre attività, nelle giornate del 31 ottobre e 1 novembre.
Sul sito Trekking Urbano è possibile consultare, scaricare e anche stampare i percorsi di ciascuna città, con le indicazioni sui luoghi da vedere, tempi di percorrenza e difficoltà. Inoltre, nella sezione I piatti del trekking troverete ricette ed informazioni sui piatti tipici proposti da ciascuna città aderente, dai Mustazzeddu di Iglesias, alle Panelle palermitane, passando per il Buccellato di Lucca fino ad arrivare alla Gubana di Cividale del Friuli.

 

E tu, hai mai scoperto luoghi insoliti passeggiando in città? Raccontaci la tua esperienza di intinerari a piedi e trekking urbano.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.