Gli umbricelli tra “la pasta delle nonne”

Umbricelli

Un pomeriggio passato a raccontare, ma soprattutto a fare gli umbricelli: la buona cucina umbra che diventa protagonista

Capita a tutti di provare quella sensazione particolare, a metà tra orgoglio e un pizzico di compiacimento, che si sperimenta quando ci troviamo a raccontare aspetti legati alla nostra terra d’origine.
E’ proprio quello che è successo a me e alla mia mamma quando abbiamo parlato di umbricelli con la scrittrice inglese Vicky Bennison.

Tempo fa avevo realizzato per un blog un articolo su questo piatto della mia regione e in quella occasione avevo fotografato la mia mamma nelle varie fasi della sua realizzazione.

A distanza di mesi sono stata contattata da Livia, una cuoca che mi ha chiesto di fare un’intervista proprio a proposito di questo piatto ed è così che, la settima dopo, il soggiorno ed il cucinino della mia mamma si sono trasformati in un piccolo set. Abbiamo avuto il piacere di incontrare Livia, Alessia e la food writer Vicky Bennison e, tra taccuino degli appunti, macchina fotografica e video camera, i protagonisti indiscussi del pomeriggio sono stati proprio loro: gli umbricelli.

Umbricelli

Pasta Grannies e gli umbricelli

Tanti sono i piatti della tradizione umbra, ma perché parlare proprio di umbricelli?

Attraverso il proprio progetto Pasta GranniesLa pasta delle nonne – Vicky vuole mantenere vivo l’interesse attorno alla pasta fatta a mano. Qualcosa di strettamente legato alle tradizioni culturali di un luogo e al saper fare, ma che sempre più raramente trova spazio nelle nostre cucine.

Così, individuato un nuovo piatto da raccontare, si reca nelle zone di origine di quella particolare ricetta e la documenta attraverso le sue interviste, le foto e i suoi video.

Umbricelli in scioltezza

Gli umbricelli sono un piatto povero che le donne preparavano per essere consumato seduti alle lunghe tavolate delle famiglie contadine oppure sui campi, per rifocillare i braccianti durante le dure giornate di lavoro in campagna. Una tradizione culinaria tramandata di madre in figlia e che si apprendeva fin da piccole. Questo è stato il racconto della mia mamma.

Per preparare la pasta per 4 persone ha utilizzato ingredienti veramente molto semplici :

400 grammi di farina tipo ‘0’
circa 2 bicchieri di acqua tiepida
un pizzico di sale.

Umbricelli

Dopo avere impastato assieme il tutto e lasciato riposare per un po’ il composto, la mia mamma ha cominciato a lavorarne piccoli pezzetti, realizzando degli spessi filamenti allungati che ha lasciato poi essiccare per un po’ sulla spianatoia.

Il sugo finto

Il nome del condimento scelto per completare il suo piatto di umbricelli parla già da sé: il sugo finto, un sugo leggero, realizzato senza carne, il più utilizzato dalle nostre nonne perché molto economico e di facile preparazione.

Salsa di pomodoro, olio, aglio, sale, una punta di peperoncino e, per aggiungere ancora un po’ di sapore, un spruzzata di vino bianco. Solo a fine cottura ha messo una bella manciata di prezzemolo tritato. Il piatto è stato poi terminato con una bella spolverata di pecorino.

Il racconto realizzato

Questo è il bel video che è stato realizzato dopo il pomeriggio passato insieme.


Sono rimasta stupita della naturalezza che la mia mamma ha dimostrato durante l’intervista e le riprese. Era evidente la voglia di raccontare e spiegare ogni cosa, ogni minimo particolare.

Quando le ho chiesto se era contenta di avere aderito a questa iniziativa la risposta è stata: «Sono soprattutto felice che gli umbricelli mi siano venuti bene e siano piaciuti a Livia, Alessia e Vicky!».

Di una ricetta che a casa mia non ha mai nemmeno avuto il bisogno di essere trascritta in un ricettario, adesso esiste addirittura un bellissimo e dettagliato video.

Ringraziamo Vicky Bennison per averci permesso di raccontarla e condividerla!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
The following two tabs change content below.

Catia Moroni

Umbra, laureata in economia e commercio e con una lunga esperienza come analista funzionale, e-tourism marketing specialist. Sono curiosa, innamorata della natura, di ogni cosa mi piace esplorare quello che c’è dietro, l’essenza oltre l’apparenza.

2 Comment

  1. It was a pleasure to spend time with you and Luciana – and the umbricelli pasta! I am delighted you enjoyed yourselves too. Hugs from Livia, Alexis and me, Vicky.

  2. […] una panoramica sugli oli DOP e IGP in Italia, dopo averti parlato dei nostri umbricelli e averti svelato i segreti del casatiello, oggi io ti parlerò di cinque mete enogastronomiche da […]

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.